NETWORK ETIMOS
Logo Etimos Foundation Logo Etimos Foundation Logo Etimos Foundation
it en
PROGETTI-testata.jpg
Il ritorno produttivo
Il ritorno produttivo
Settore: Educazione finanziaria, Microcredito
Paese: Ghana, Senegal, Tunisia, Bolivia, Perù, Ecuador
Partner: Oim - Organizzazione internazionale per le migrazioni
Anno di inizio: 2014

All’interno del progetto REMPLOY III, finanziato dal Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, e dal Fondo Europeo per i Rimpatri, Etimos Foundation ha realizzato un manuale divulgativo sulla microfinanza e delle attività di tutoraggio destinate a migranti di ritorno nei paesi di origine.

Il progetto ha visto il coinvolgimento attivo dell’Organizzazione internazionale per le Migrazioni (OIM) e dell’Associazione Formazione Professionale del Patronato San Vincenzo.

Il programma REMPLOY è nato nel 2012 per rispondere ai bisogni e alle aspirazioni degli immigranti lavoratori residenti in Italia che, a causa della crisi, avevano perso il lavoro e si trovavano a rischio di perdere anche il permesso di soggiorno e diventare irregolari sul territorio. Per questo motivo alcuni avevano cominciato a considerare l’eventualità di tornare nel paese di origine e avviare lì un’attività economica per il proprio sostentamento e quello della loro famiglia.

Per questi migranti di ritorno e per poter fornire degli strumenti adeguati alle loro esigenze di reinserimento, il programma ha previsto delle attività di tutoraggio pre-partenza dedicate a una formazione sull’avvio di una microimpresa nel paese di origine e all’elaborazione di un business plan da finanziare in beni e servizi da parte dell’OIM. 

Le prime due fasi del programma REMPLOY hanno avuto risultati positivi. La stragrande maggioranza dei migranti assistiti ha potuto avviare una microimpresa ed è stata soddisfatta dall’assistenza ricevuta. Alcuni migranti hanno dimostrato di possedere capacità imprenditoriali e ambizioni di ampio respiro. È da queste esperienze iniziali che è nata l’idea di ampliare il progetto prevedendo la possibilità di ottenere risorse aggiuntive, attraverso l’accesso al microcredito, per quei casi in cui il potenziale socio-economico del progetto di reintegrazione rappresenti un valore aggiunto a livello locale, anche per la creazione di impiego.

Attraverso l’elaborazione di questo toolkit e l’assistenza nell’accesso al microcredito sotto forma di tutoraggio da parte di esperti specializzati in microfinanza nei paesi di origine, il progetto REMPLOY III mira a concretizzare questa possibilità e renderla accessibile a tutti i potenziali migranti di ritorno.

Condividi