Logo Etimos Foundation Logo Etimos Foundation Logo Etimos Foundation
it en
IDEE-testata-def.jpg
News
03/03/2014
L'esperienza di Cepesiu raccontata da Cecilia Padilla

In questi giorni abbiamo ricevuto una graditissima visita dall'Ecuador Cecilia Padilla, Direttore Esecutivo di Cepesiu e consigliere d'amministrazione di Etimos Foundation. Cepesiu è una ONG ecuadoriana che opera da 30 anni nel campo della microfinanza e dell'inclusione finanziaria. 
Ecco cosa ci ha raccontato Cecilia:

Cepesiu  serve microimprese dell'area suburbana, piccoli produttoriartigiani locali e famigliedelle zone più povere e rurali dell'Ecuador. 

Fornisce credito diretto alle microimprese e sostiene con formazione, accompagnamento e una propria linea di credito le Società Popolari di Investimento. Nel panorama dell'economia locale le SPI sono molto importanti. Si tratta infatti di organizzazioni di persone che utilizzano i propri risparmi per creare un fondo che viene usato, dalla comunità, per concedere credito ai membri della comunità stessa.

CEPESIU aiuta e sostiene circa 800 SPI per un totale di 14.000 soci. In un anno i beneficiari diretti di CEPESIU sono circa 3.000; il 62% sono donne che ricavano, da questo, anche maggiore autostima e fiducia in se stesse e nelle proprie capacità. 

L'aiuto di CEPESIU, tramite la concessione di piccoli prestiti, incide soprattutto sulle comunità rurali e le famiglie che vi appartengono. Si tratta infatti di zone impervie, difficili da raggiungere e non servite. 

I collaboratori di CEPESIU le raggiungono, invece, una volta la settimana creando un vero e proprio appuntamento fisso con gli abitanti e una stretta relazione di fiducia. "Se non ci fosse CEPESIU queste comunità non avrebbero nessuno che assicura loro la possibilità di accedere a beni e servizi, anche di base" racconta Cecilia. Le Banche, infatti, non operano in queste zone e con questo tipo di clienti: si tratta di persone che non possono offrire garanzie, molto povere, che vivono in zone troppo lontane e difficilmente raggiungibili e che chiedono prestiti molto bassi. 

Tramite un questionario costruito appositamente e fatto compilare ai beneficiari, CEPESIU ha potuto capire che il 40% del credito che concedono viene utilizzato, dalle famiglie, per accedere a servizi di carattere sociale (servizi sanitari, scuola, formazione ecc.), mentre il 60% viene destinato alle attività produttive. Si parla di somme piccolissime, anche di poche decine di euro ma che, in Ecuador, significano moltissimo.

Da parte nostra siamo fieri di sostenere organizzazioni di questo tipo che contribuiscono al sostegno economico e finanziario delle comunità locali permettendo sviluppo e benessere diffuso, anche nelle zone più impervie del paese.

Condividi